Cerco di dipingere con le parole le emozioni.

venerdì 12 settembre 2008

CB



Ricordo la neve poggiarsi sul mio balcone e coprirlo dolcemente come avrebbe fatto una coperta soffice su di me in quella sera d’inverno.
Tutto era illuminato dalle luci familiari delle case e da quel vecchio lampione che timidamente li, solo soletto, era costretto a far da guardiano alla strada buia sotto casa .
Te lo ricordi?
Ricordi la mia stanza illuminata solo dalla luce della stufetta che,accesa, mi sorrideva anche quando la mia attenzione era per te che abbracciavi la mia anima?
mari

autore foto: Gian Marco Tedaldi

3 commenti:

juisaforlove ha detto...

ciao!!!piacere di conoscerti...
certo che ti aggiungo ai miei contatti..
amo la neve, delicata,soffice e piena d'amore come una carezza che riscalda la timida guancia di un'amica innamorata in pieno inferno.
peccato che qui da me non nevichi...ma scende qualche fiocco---
baci
luisa

Ale ha detto...

inferno o inverno?
...ci fosse la neve nell' inferno e il fuoco nell' inverno...

questo sarebbe vero amore

Ivan ha detto...

Ogni volta che leggo le tue parole mi immergo in una dolce malinconia...dolce tenera...vedo quel lampione immerso nel freddo..lo vedo davvero ti conosco so chi sei...e cosa hai dentro e so che basterebbe un tuo respiro per sciogliere quella neve...belle parol belle immagini...e bell'anima dolc mari